Porto Vecchio

Il porto-emporio di Maria Teresa aveva ormai fatto il suo tempo: congestionato tra il Canale di Ponterosso, molo San Carlo (ora molo Audace), il Mandracchio nell’area dell’attuale Piazza Unità, fino alla Sacchetta. Uno spazio aperto ai venti e dai bacini insufficientemente profondi per le grandi navi ottocentesche. Accadde che: nel 1857 venne completata la Ferrovia Meridionale Vienna- Trieste (Sudbahn), 12 anni più tardi, 1869, furono completati i lavori del Canale di Suez, e quindi avvenne uno spostamento dei traffici dall’area atlantica al Mediterraneo. Negli anni ’60 dell’ottocento il giovane Imperatore Francesco Giuseppe sperimentò una serie di riforme liberali. Queste le premesse per la storia del Porto Vecchio

 

 


TORNA INDIETRO