Natura

Un campo di papaveri

28 Agosto 2022

Non sono mai riuscita a fermarmi lungo la strada alla vista di un campo di papaveri. Eppure una delle poche foto di mia madre da giovane, che ho impressa nella mente, gliela scattò mio papà in un campo di papaveri.

Erano altri tempi, certo, ma la magia che è in grado di creare un’immagine simile è qualcosa che non tramonta mai.  È la scenografia perfetta che incontriamo lungo le strade nei paesaggi agricoli estivi. Già perché il papavero ha lo stesso ciclo biologico dei cereali e così quando il grano è maturo anche i papaveri fioriscono.
Questa pianta ha una storia molto antica, la capsula del papavero da oppio nell’antica Grecia era il simbolo di Morfeo, il dio dei sogni, di Nyx, la dea della notte, e di Thanatos, il dio della morte.
Si tratta infetti di una pianta archeotipa (o piante antica) che ha accompagnato la coltura dei cereali da sempre, insediandosi nei campi coltivati. Sulle montagne della regione crescono invece delle specie di papaveri alpini e spontanei.

Fu lungo una strada a Staranzano che un giorno vidi uno strepitoso campo di papaveri fioriti e come sempre accade quando qualcosa o qualcuno ci coglie di sorpresa, manca il tempo per viverla più intensamente, fermarla nel tempo e prolungarne gli effetti.

Foto © Lucio Ulian

You Might Also Like